FIAC 2015, Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea

Si terrà a Parigi dal 22 al 25 ottobre 2015, la quarantaduesima edizione della FIAC, importante manifestazione di Arte Contemporanea organizzata dal 2003 dalla gallerista francese nata in Nuova Zelanda, Jennifer Flay. Una delle più importanti fiere di arte contemporanea al mondo che, l’anno scorso ha attirato ben 75000 visitatori. Il programma di quest’anno intende mettere ai primi posti le sue gallerie più storiche non dimenticando tuttavia di sostenere la generazione più giovane e innovativa.

Le parole d’ordine del 2015 sono in effetti: Liberté, Maturité, Fidelité. Per dare maggiore spazio alle gallerie, la direttrice ha annunciato di aver ridotto il numero di espositori (191 nel 2014, saranno “solo” 173 nel 2015) e di aver riorganizzato il Grand Palais, sede principale dell’esposizione. “Abbiamo selezionato delle gallerie che fossero già ben inserite nel mercato internazionale e abbiamo dato loro tutto lo spazio necessario per esprimersi”, ha affermato Jennifer Flay durante la presentazione della FIAC, lo scorso 17 luglio.

Tra le 173 gallerie presenti, 29 sono nuove, e, in questa programmazione esclusiva partecipano il 25% di espositori francesi, con 42 gallerie; 35 gallerie sono statunitensi, e 26 tedesche. Per la prima volta invece parteciperanno una galleria colombiana e una canadese. Altra novità di questa edizione sarà l’inaugurazione del balcone d’onore del Grand Palais sul quale verrà esposta un’opera dell’artista americana Wu Tsang, un’opera che si annuncia “tanto monumentale quanto stravagante”, secondo le parole stesse dell’artista.

Per dare invece spazio alle gallerie più giovani e permettere loro di crearsi un loro spazio nel mercato internazionale, già dall’anno scorso si era dato il via a “Off..icielle”, una fiera “gemella”, ormai considerata alla stregua di quella principale, e che si terrà presso i Docks – Cité de la Mode et du Design.

Advertising
Advertising

Inoltre, quest’anno ancora, la FIAC troverà posto un po’ ovunque a Parigi con il suo programma “fuori le mura”, da Place Vendôme al Jardin des Tuileries, dal Jardin des Plantes al Museo di Storia Naturale, il modo migliore, secondo la direttrice, di “far dialogare direttamente l’opera con il pubblico”. La Maison de la Radio ospiterà un percorso di opere sonore, mentre il Louvre accoglierà la coreografa americana Yvonne Rainer.

La principale innovazione di questa programmazione “Fuori le mura” è senz’altro il progetto “Musées en Seine”, in cui il fiume di Parigi crea un vero e proprio filo conduttore attraverso i luoghi dell’arte tra cui il museo del Louvre, il Palais de Tokyo, la Bibliothèque nationale, ecc… Un progetto questo che, secondo la direttrice della FIAC potrebbe in futuro permettere di “ripensare Parigi secondo una nuova cartografia e contribuire al suo splendore”.

Informazioni pratiche

Grand Palais
Quando: da giovedì 22 a domenica 25 ottobre 2015
Orari: dalle 12 alle 20, il 23 ottobre fino alle 21
Per il programma “Fuori le Mura”

Jardin des Tuileries
Fino a novembre 2015
Tutti i giorni dalle 7.30 alle 19.30

Jardin des Plantes
Fino a novembre 2015
Tutti i giorni dalle 10 alle 17

Place Vendôme
Fino a novembre 2015
Tutti i giorni

Berges de Seine
Fino a novembre 2015
Tutti i giorni

Chiara Casamenti

Nessun Commento

Lascia un commento