Showroomprivé annuncia la sua entrata in Borsa

Dopo la connazionale Deezer, questo mese anche Showroomprivé annuncia l’entrata in Euronext, prevista per il 3 novembre.

Lunedì 19 ottobre è iniziato ufficialmente il processo di quotazione di Showroomprivé sulla Borsa di Parigi. L’annuncio dell’ingresso nella principale piazza borsistica francese era stato fatto a settembre da uno dei due fondatori, Thierry Petit, il quale l’ha definita in seguito come “una tappa fondamentale del nostro sviluppo che permetterà di accrescere la nostra visibilità, in particolare all’estero, e di disporre di nuove armi supplementari per continuare a crescere”.

La società, fondata nel 2006 da Petit e da David Dayan, si occupa di vendita di merce di magazzino a prezzi ridotti ed è il secondo sito più importante nel suo settore dopo vente-privée.com. Attualmente può contare su oltre 700 impiegati e ha concluso il 2014 con un giro d’affari complessivo di 350 milioni di euro con un Ebitda di 16 milioni. Le previsioni per il 2015 prevedono aumenti consistenti di queste cifre, con un giro di affari previsto di 450 milioni di euro.

Il prezzo delle azioni è stato fissato tra i 19,50 e i 26,30 euro, per un valore iniziale di flottante immesso sul mercato che così oscillerebbe tra i 226 e i 298 milioni di euro. Di questi, 50 milioni di euro saranno derivanti dall’immissione di nuove azioni mentre tra i 176 e i 248 milioni deriveranno da azioni cedute dai fondatori. L’accoglienza del marcato alla notizia della quotazione di Showroomprivé è stata ottima, con la società cinese Vipshop Holding che ha dichiarato un investimento nella compagnia di 30 milioni di euro, corrispondenti ad una quota tra il 2% e il 4% a seconda del prezzo a cui saranno vendute le azioni.

Questa operazione farebbe sì che la capitalizzazione della società oscillerebbe tra i 660 e gli 870 milioni di euro, cifre di altissimo livello per una compagnia nata meno di 10 anni fa. Il 29 ottobre sarà fissato il prezzo delle azioni offerte e il giorno seguente inizieranno le negoziazioni relative alle prevendite di azioni.

Federico Manto

Nessun Commento

Lascia un commento