Renault ritrova la redditività nel 2014

Il costruttore di automobili francese ritrova la crescita dopo alcuni anni difficili. Grazie anche alle ottime performance del suo partner Nissan.

Il costruttore di automobili francese chiude il 2014 con un risultato netto di 1,89 miliardi di euro contro una perdita di 700 milioni nel 2013. Il beneficio netto è stato triplicato. In Borsa il titolo guadagna un +8,16% posizionandosi a 74,78 euro.

Renault registra un aumento dello 0,3% del proprio fatturato rispetto al 2013, pari a di 41,05 miliardi di euro, conseguenza dovuta al tasso di cambio sfavorevole, ma aumenta la redditività con un margine operativo che passa da 3 a 3,9%. Buona anche la liquidità del gruppo (“free cash flow”) che tocca quota 1,08 miliardi di euro, contro 827 milioni nel 2013. Il numero delle immatricolazioni nel mondo è aumentato del 3,2% a 2,7 milioni di unità.

Fondamentale il contributo di Nissan nel bilancio del gruppo. Il costruttore giapponese di cui Renault possiede il 43,4% delle azioni ha contribuito largamente al bilancio del partner francese. Nissan gode di buona salute finanziaria con un beneficio di 3,15 miliardi di euro, in aumento dell’8% rispetto al 2013. Il margine operativo del gruppo supera il +5%.

Visto il favorevole livello di produttività, Renault annuncia che procederà con mille nuove assunzioni a tempo indeterminato in Francia durante l’anno. Il gruppo aveva già firmato un accordo di competitività con i sindacati, impegnandosi a mantenere le fabbriche in Francia in cambio di una maggiore flessibilità lavorativa e salariale.

Edoardo Secchi

Nessun Commento

Lascia un commento