Record di vendite per lo Champagne nel 2017

Stati Uniti, Gran Bretagna e Giappone sono i primi tre mercati di esportazione dello champagne, le cui vendite nel 2017 hanno raggiunto un fatturato record del 4,9 miliardi di euro.

Eccellente risultato per lo Champagne che registra un aumento delle vendite del 6,6%, pari un valore di di 4,9 miliardi di euro. Rispetto al 2016, dove la crescita del fatturato è stata guidata dalla diversificazione dei cuvées, è la forte progressione nei mercati in cui lo champagne è il più valorizzato che spiega il nuovo record.

Gli stati Uniti primi clienti dello Champagne

Gli Stati Uniti mantengono il loro posto come “numero uno dei mercati di esportazione in valore” con vendite che hanno raggiunto il picco di 586 milioni di euro lo scorso anno, davanti al Regno Unito, che “continua a soffrire  per l’effetto negativo della Brexit con un calo dell’11% nel volume delle spedizioni. Bene anche il Giappone dove le esportazioni sono aumentate in valore del 21,3% e in volume del 17,6%.

Cina, Hong Kong e Taiwan sono nuove roccaforti per il settore vinicolo nella regione dello Champagne, mentre i risultati della Corea del Sud sono notevoli (+ 39,5% in valore) con acquisti che superano per la prima volta il milione di bottiglie.

La performance di crescita al di fuori dell’Unione Europea contrasta con i risultati sul mercato francese, che ha registrato un calo del 2,5% nel volume delle vendite con 153,6 milioni di colli venduti.

Nessun Commento

Lascia un commento