Le Giornate europee del Patrimonio a Parigi e in tutta la Francia

È dal 1984, che il Ministero della Cultura francese invita abitanti e turisti a scoprire le ricchezze del patrimonio nazionale. All’inzio, era una sola giornata, quella dedicata alle “porte aperte”, ma il successo è stato tale che le giornate sono diventate due, già nel 1992. Inoltre, sull’onda del successo dell’iniziativa, altri paesi europei hanno pensato di seguire lo stesso esempio e, nel 1991, il Consiglio Europeo ufficializza le Giornate europee del patrimonio.

In programma in Francia per i prossimi 17 e 18 settembre, questo progetto culturale coinvolge ed entusiasma ogni anno il pubblico, tanto su scala nazionale quanto su scala europea. Tutte le ricchezze del patrimonio vengono messe in valore, siano esse opere artistiche, archeologiche, industriali, agricole, fluviali o persino militari. Circa 17000 luoghi e più di 20000 eventi – tra conferenze, concerti, laboratori e workshop – saranno proposti ai numerosi visitatori.

Sarà possibile visitare molti luoghi abitualmente chiusi al pubblico il resto dell’anno; chiese, castelli, palazzi di giustizia, municipi, case private. O ancora studi televisivi, vecchie prigioni centri di deposito di trasporti pybblici… Un’ottima occasione anche per riscoprire i luoghi emblematici del territorio francese, come il Louvre, i Castelli della Loria, il Castello di Versailles, e questo per lo più gratuitamente o a tariffe ridotte.

Nella capitale, si prestano all’iniziativa anche centri istituzionali e i governo come l’Eliseo (residenza del Presidente della Repubblica), il Palais du Luxembourg (sede del Senato) e l’Hôtel de Matignon (residenza ufficiale del capo del governo francese).

Chiara Casamenti

Nessun Commento

Lascia un commento