Le auto di lusso e la Francia: un legame sempre più forte

Il mercato dell’auto in Francia ha segnato negli anni passati ritmi di crescita molto contenuti. La crisi del 2007 sembrava aver colpito tutti i segmenti di mercato, riducendo notevolmente i dati delle vendite. Ad eccezione del più insospettabile. Se infatti nel 2014 la crescita dei volumi di vendita rispetto all’anno precedente per le auto complessivamente è stata dello 0,3%, il mercato delle auto di lusso ha segnato un +50%. Un dato eccezionale, a cui le varie case automobilistiche hanno contribuito in diverse proporzioni.

Al primo posto per incrementi nelle vendite rispetto al 2013 troviamo Maserati. La casa del Tridente chiude il 2014 con un +151%, grazie soprattutto all’introduzione della nuova Ghibli. Il secondo gradino del podio è occupato da Porsche che si ferma ad un ottimo +22%, grazie all’ampliamento di gamma verso il basso. E’ proprio questa la strategia vincente che ha permesso alle case di lusso di crescere così tanto in quest’ultimo periodo.

Procedendo con un identikit dell’acquirente francese di auto di alta gamma troviamo dati molto interessanti: come prevedibile l’età media è circa 50 anni (52,4 per la precisione) e i dipartimenti con più immatricolazioni risultano essere Hauts-de-Seine e Paris, seguiti da Alpes-Maritimes.

Se i primi due non stupiscono assolutamente, dati i livelli di PIL pro capite registrati (rispettivamente 73.277 € e 75.439 €) Alpes-Maritimes, fermandosi a 27.723 € per persona, sembrerebbe un outsider. In realtà, gli alti volumi di vendite sono motivati dalla presenza di alcune città molto agiate all’interno di quest’ultimo dipartimento come Nizza, Cannes e Antibes. E’ proprio in queste città che Porsche segna numeri da record: tra gli abitanti della Costa Azzurra infatti, uno su cento possiede una macchina della casa di Stoccarda.

I dati relativi alle auto di lusso più di nicchia (Aston Martin, Lamborghini, Ferrari …) risultano maggiormente eterogenei: se la presenza di Paris rimane indiscussa tra i dipartimenti nei quali si vendono più esemplari di queste marche, quelli che seguono sono per lo più dovuti a fattori non legati al benessere della popolazione, come ad esempio la presenza di uno specifico concessionario in determinate città. Troveremo cosi che Rhône e Gironde sono i dipartimenti dove si vendono più Aston Martin dopo Parigi e che Indre-et-Loire supera addirittura la capitale in quanto a Cadillac immatricolate negli ultimi 5 anni. I dati risultano ad ogni modo estremamente incoraggianti, prospettando un aumento consistente delle vendite anche per il 2015.

Federico Manto

Nessun Commento

Lascia un commento