Chi detiene il debito pubblico francese?

Edoardo Secchi CEO & Founder ITALY-FRANCE GROUP
Edoardo Secchi
CEO & Founder
ITALY-FRANCE GROUP

Il debito pubblico francese continua a crescere. Nel primo trimestre 2017 è aumentato di 62,3 miliardi di euro arrivando a 2.209,6 miliardi di euro, pari al 98,9% del PIL. Malgrado il debito pubblico continui ad aumentare di anno in anno, rischiando di arrivare al 100% del PIL entro il 2018, il paese viene considerato stabile con un rating Aa2 secondo le tre principali agenzie di rating Moody’s, Standard & Poor e Fitch (2015).

Chi sono dunque i creditori della Francia ?

Il debito francese è detenuto per 64% da non residenti, il 10% dagli istituti bancari francesi, il 19% dalle compagnie di assicurazione francesi. Secondo i dati forniti dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) a fine 2014, i maggiori paesi titolari del debito pubblico della Francia sul lungo termine sono :
  • Italia : 16%
  • Olanda : 14%
  • Spagna : 10%
  • Stati Uniti : 8%
  • Regno Unito : 8%
  • Germania : 8%
  • Lussemburgo : 5%
  • Belgio : 5%
  • Organizzazioni Internazionali : 5%
  • Irlanda : 4%
Se si analizzano invece i paesi detentori del debito sul breve periodo, si trovano :
  • Giappone : 31%
  • Regno Unito : 19%
  • Olanda : 10%
  • Spagna : 8%
  • Italia : 7%
  • Belgio : 7%
  • Lussemburgo : 5%
  • Belgio : 5%
  • Stati Uniti : 4%
  • Germania : 3%
  • Irlanda : 2%
Mentre questo tasso può sembrare importante, è piuttosto positivo per la Francia, in quanto questi investimenti degli stranieri mostrano l’attrattiva del paese. E il debito di un paese può anche essere molto vantaggioso per i creditori stranieri. Per esempio, se un creditore acquista 1 milione di euro di debito francese con interessi al 3%, ogni anno ricaverà 30.000 euro. Trascorsi i dieci anni recupererà oltre al milione di euro investiti, 300.000 euro di interessi.

Nessun Commento

Lascia un commento