A Grenoble, l’idea del sindaco permette di stampare racconti alla fermata dell’autobus

Grenoble è una cittadina francese delle Alpi, che fa notizia per un’interessante trovata del suo sindaco, che pone l’attenzione sulla cultura. L’iniziativa, unica nel suo genere, consiste nell’installazione di distributori automatici di storie e racconti alle fermate degli autobus.

Questa geniale trovata permette, da una parte, di far passare più rapidamente i tempi d’attesa, spesso noiosi, alle fermate dei mezzi pubblici, e, dall’altra, di dichiarare guerra alla morbosa dipendenza da smartphone e tablet che si sviluppa in queste situazioni.

Un’iniziativa che riporta in scena la cultura, dunque, e che è stato realizzata grazie ad una Start-Up, la casa editrice Short Edition, il cui co-fondatore, Christophe Sibieude, ha dichiarato, “L’idea ci è venuta davanti ad un distributore automatico di merendine e bibite. Ci è venuto in mente che avremmo potuto fare la stessa cosa con la letteratura popolare di qualità.”

Il servizio di “diffusione racconti” è totalmente gratuito ed è costruito su misura a seconda dei diversi tempi di attesa dei cittadini. Più è lunga l’attesa, più sarà lungo il racconto, che ha la forma di un grande scontrino. Per ora, ci sono in totale 8 macchinette distribuite per la città, soprattutto nelle vie del centro. Già nel 2014, la città di Grenoble aveva fatto parlare di sé a causa della rimozione dalle strade dei cartelloni pubblicitari, al posto dei quali erano stati piantati degli alberi.

Chiara Casamenti

Nessun Commento

Lascia un commento